Fondazione Arezzo Intour

 

Il primo passo nella costruzione della brand identity della fondazione è stato il progetto del logo, che ha preso ispirazione dal disegno geometrico riprodotto sulla pavimentazione di Piazza Grande, la piazza più importante della città, un simbolo per gli aretini: sede dell’antico mercato e luogo delle più recenti manifestazioni cittadine come la Giostra del Saracino o la Fiera Antiquaria.
Per la sua natura isitituzionale di promozione turistica e quindi di immagine della città, si è ritenuto importante dare una forte caratterizzazione alla nuova sede posta in pieno centro storico, wmldesign è stata quindi incaricata di progettare l’archigrafia dei vari locali: segnaletica, illuminazione decorativa, scritture murali, illustrazioni, carta da parati e una timeline sulla storia della città con testi ed immagini in rilievo su una parete della sala meeting.
Con lo scopo di dare uniformità alle informazioni turistiche sono state quindi progettate la mappa della città e la guida turistica. La mappa si caratterizza con la messa in evidenza degli edifici e dei luoghi più importanti con illustrazioni e disegni, ma soprattutto inserendo dei testi sintetici su quello che è importante conoscere della città, sia in termini turistici che per muoversi liberamente. Stampata in 8 lingue, tra cui russo, cinese e giapponese, vuol essere un primo strumento di “pronto soccorso” per il turista o il visitatore al suo arrivo in città.
La guida turistica è invece una pubblicazione di 68 pagine in formato tascabile, le informazioni sono state ampliate ed integrate al resto del territorio. Anche in questo caso, così come per la mappa, si è scelto un taglio agile e facile da comprendere con le foto che prevalgono sul testo. L’idea è quella di uno strumento immediato, un compendio delle informazioni generali più importanti, una base di partenza per conoscere la città ed il territorio, rimandando gli approfondimenti alle guide editoriali più strutturate.

Fotografia

Archivi vari

Cliente

Fondazione Arezzo Intour